I Protagonisti


Ensemble riuniti “FESTA RUSTICA” & “ITALICO SPLENDORE”

Giorgia Cinciripi – soprano
Giorgio Matteolidirezione & flauto dolce solista

Violini
Claudio Andriani**
Gabriele Politi*
Corrado Stocchi
Alberto Caponi
Giancarlo Ceccacci
Maria Vittoria Carosi

 

Viole
Marco Palmigiani*
Emanuele Marcante
Daniele Sabiu

 

Violoncelli
Alessandro Andriani*
Giuseppe Mulè

 

Contrabbasso
Giampaolo Agus

 

Clavicembalo
Mario Sollazzo 

 

Organo 
Luca Ambrosio

 

Tiorba 
Fabiano Merlante

 

**primo violino
*prime parti

 


Ensemble “Italico Splendore”

 

L’amore e l’interesse per la musica antica nel repertorio barocco, classico e preromantico, sono il nucleo attorno al quale nasce e si forma l’Ensemble Italico Splendore, che fin dagli esordi, nel 2010, indirizza la propria attività principalmente in tal senso: un costante e approfondito lavoro di ricerca sulle fonti e uno scrupoloso approccio filologico.Il proposito dei componenti dell’ensemble è quello di effettuare un lavoro di ricerca affinché si possano riportare alla luce repertori poco frequentati, riscoprire autori ancora sconosciuti, operare su antichi manoscritti, dando nuova vita a tesori musicali nascosti di un periodo nel quale lo splendore dell’arte musicale italiana era motivo di vanto nelle corti europee.L’attività di Italico Splendore si orienta in due direzioni principali: produzione e allestimento di spettacoli musicali, e ricerca e studio musicologici.La produzione musicale si è già espressa attraverso una regolare attività concertistica presso importanti stagioni e festivals musicali, nonché nella realizzazione di progetti discografici per etichette quali Dynamic, Brilliant Classics e Novantiqua Records.L’impostazione prettamente cameristica sta alla base della organizzazione artistico-musicale e dell’individuazione di obiettivi e linee guida nella gestione del gruppo. Tutti i componenti collaborano in piena sintonia, apportando il proprio contributo umano e professionale oltre che artistico, coordinati dal direttore artistico Alessandro Andriani e dal fratello Claudio, primo violino concertatore.Tutti gli esponenti del gruppo, rifacendosi allo studio della prassi esecutiva indicata dalla trattatistica del periodo,suonano su originali o copie fedeli di strumenti dell’epoca, con l’utilizzo di corde di budello, archetti filologici, tastiere storiche, e strumenti a fiato originali, per riprodurre fedelmente le sfumature sonore richieste dai compositori. Nel campo della ricerca musicologica, Italico Splendore si è posto l’obiettivo del reperimento e della valorizzazione di un materiale musicale inedito o poco esplorato. A tale scopo l’attività si esprime in un lavoro di trascrizione e editoria filologica finalizzato all’arricchimento del repertorio e alla pubblicazione di nuove partiture. A tale impegno si affianca anche un percorso di educazione e formazione giovanile, ad alto livello, espletato attraverso workshops, masterclasses, incontri e seminari che Italico Splendore organizza annualmente, collaborando artisti e musicologi di fama internazionale.

 

 


Giorgia Cinciripi – Soprano

 

Nata a Giulianova (Te) intraprende giovanissima lo studio del canto lirico e si diploma con il massimo dei voti presso l’I.M.P. “G. Braga”di Teramo. Continua gli studi frequentando il biennio di specializzazione presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara ottenendo il massimo dei voti e la lode. Completa la propria formazione conseguendo la laurea in Storia e pratica delle arti, della musica e dello spettacolo presso l’Università degli studi dell’Aquila con il massimo dei voti e la lode. Contemporaneamente agli studi accademici si perfeziona con William Matteuzzi, Claudio Desderi e Fernando Cordeiro Opa. Intraprende lo studio del canto barocco con il soprano Roberta Invernizzi e partecipa a diverse masterclass tenute da Sara Mingardo, Gloria Banditelli e Sonia Prina. Frequenta inoltre corsi di perfezionamento in vari istituti musicali come l’Accademia della Voce di Torino, la Scuola di Musica di Fiesole , il Centro di Musica Antica Cappella Pietà dei Turchini e la Fondazione Royaumont di Parigi. Nel festival barocco di Oude Muzieck di Utrecht interpreta i ruoli di Ino e Cupid dell’opera Semele di J.Eccles diretta dal M° F.Bonizzoni e accompagnata dall’orchestra “La Risonanza”. Interpreta il ruolo di Zaida dell’opera Il Bajazet di Gasparini, andato in scena in prima assoluta in tempi moderni nell’ambito del Festival Opera Barga, di cui è stato realizzato il cd per l’etichetta discografica Glossa, accompagnata dall’orchestra barocca “Auser Musici” diretta dal M° C. Ipata. Canta il ruolo di Maddalena nell’oratorio La Resurrezione di G.F. Haendel nel Festival barocco della Fondazione Royaumont (Parigi) accompagnata dall’orchestra “La Risonanza” diretta dal M°. F.Bonizzoni. Interpreta il ruolo dell’Età dell’Oro della serenata “La Senna Festeggiante” di A.Vivaldi e quello di Aci nella messinscena della serenata Aci, Galatea e Polifemo di G.F. Haendel accompagnata dall’orchestra “Gli Archi del Cherubino” in occasione del Festival “La Rocca barocca”. Vince il concorso a ruoli istituito dal “Piccolo Festival del Friuli” per il ruolo di Sandrina nell’opera La cecchina, ossia la buona figliola di Piccini allestita ad Udine sotto la direzione del M° F.M. Bressan e la regia di E.Marini. Sotto la direzione del M° C. Desderi si esibisce nelle opere mozartiane interpretando i ruoli di Zerlina (Don Giovanni), Despina (Così Fan Tutte) e Barbarina (Le Nozze di Figaro) accompagnata dall’ Orchestra di Padova e del Veneto. Presso il Teatro Comunale di Belluno interpreta il ruolo di Lesbina nell’opera Il filosofo di campagna di B.Galuppi (dvd Bongiovanni). Si esibisce nel ruolo di Belinda nell’opera Dido and Aeneas di Purcell diretta dal M° P. Del Nunzio e accompagnata dall’orchestra “Gli archi del cherubino”nel Festival “La Rocca Barocca” (Te). E’ vincitrice del concorso a ruolo “Arte In Canto” debuttando il ruolo di Olivetta nell’operina Le Finte gemelle di N.Piccinni con la regia di Cesare Scarton. Nell’opera Paride ed Elena di C.W. Gluck si esibisce sotto la direzione del M° F.M. Bressan e regia di A. Cigni presso il Teatro Verdi di Pisa, il Teatro Goldoni di Livorno, il Teatro del Giglio di Lucca e L’Opera Royal di Wallonie di Liegi. Presso il Teatro Rossini di Pesaro interpreta il ruolo di Eurilla nella messinscena della Serenata a tre RV690 di A. Vivaldi. E’ Iris nella messinscena dell’oratorio di Haendel Semele, accompagnata dall’ensamble barocco Les Nations e la regia di Thomas M. Zips . Del repertorio sacro ricordiamo lo Stabat mater di Scarlatti presso l’Innsbrucker Festwochen der Alte Musick , lo Stabat mater di G.Pergolesi con il contralto Sara Mingardo a Vicenza e il Gloria di Vivaldi alla Sagra Malatestiana di Rimini accompagnata dall’orchestra barocca La Risonanza. E’ parte del progetto discografico “Venice Voices”, un cd in uscita di duetti di compositori veneziani con la partecipazione del celebre contralto Sara Mingardo. Particolarmente adatta all’opera buffa del ‘700 interpreta i ruoli degli intermezzi di G. B. Pergolesi come La Serva padrona, Il Maestro di musica e Livietta e Tracollo in numerosi festival di intermezzo e opera buffa.